La storia

La storia

Era il 1939 quando Antonio Colutta decise di acquistare una casa di campagna a Manzano con un piccolo vigneto e qualche campo a seminativo.

La gestione era allora a mezzadria e quindi si divideva il raccolto fatto di uva, mais e foglie di gelso per i bachi da seta.

La produzione di vino, bianco e rosso allora, era riservata agli abitanti del paese e a qualche cliente della vicina città di Udine.

Nel 1968, i due figli Giansandro e Gianpaolo decidono di imbottigliare le prime produzioni di Tocai e Merlot. Quindi incrementano i vigneti e le attrezzature, iniziano a vendere fuori Regione e assieme all’AMARO D’UDINE, amaro prodotto ancora oggi nella Farmacia Colutta, raggiungono le tavole della migliore ristorazione nazionale. Nel 1985 Giorgio, figlio di Giansandro, entra in azienda ed inizia un capillare lavoro di commercializzazione in Italia.

Ma è nel 1998, quando diventa titolare dell’azienda, che inizia il “New Deal” ! Giorgio decide di allargare i confini ed inizia a girare per il mondo presentando i propri vini ed aprendo mercati in tempi non sospetti quando l’internazionalizzazione era ancora un termine poco usato. E così Stati Uniti, Messico, Nord Europa e poi Cina, India, Russia, Singapore, HK, Thailandia ,Messico, Vietnam, Australia etc. iniziano ad apprezzare e a consumare i vini Colutta.